Nuovo CCNL servizi

Il 30 ottobre 2012 presso la sede della Cisal in Roma è stato sottoscritto il nuovo contratto per i dipendenti che operano nel settore servizi. Il contratto è stato firmato tra le Federazioni Confazienda, Fedimpresa e Unica da una parte e Cisal Terziario dall’altra, con l’assistenza delle Confederazioni CIDEC e CISAL. Secondo il Segretario Generale di Cisal Terziario, Fulvio De Gregorio, il contratto rappresenta un punto di riferimento importante per un settore che sconta più di altri la grave crisi dei mercati e tiene conto del momento di difficoltà che vivono le aziende del nostro Paese e della crisi occupazionale che mette a rischio i posti di lavoro e facilita il lavoro sommerso. L’avere dato maggiore spazio al valore reale della retribuzione attraverso l’elemento perequativo regionale e la contrattazione di secondo livello non significa sminuire la rilevanza del contratto nazionale, ma significa cogliere la necessità del superamento di un sistema di regole ingessato, di cui da tempo il mercato ha registrato la criticità. Secondo i Presidenti della Associazioni datoriali questo contratto risponde in pieno alle esigenze rappresentate dal mondo della PMI di dare spazio alla flessibilità e alla produttività e di calibrare una parte della retribuzione al diverso valore che la stessa ha nelle diverse Regioni Italiane. Ciò per dare maggiore slancio, tenendo conto di dati oggettivi, alle aziende che operano nel sud o nei territori meno sviluppati o più in crisi.

vedi il CCNL servizi